Copyright © Italiani a Barcellona -  2011-2020

Tutti i diritti riservati

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Icona sociale
  • YouTube Social  Icon
  • Blogger Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Flickr Social Icon

La violenza sessuale in uno spettacolo teatrale a Barcellona

06/02/2019

Barcellona non è solo cerveza, mare e tapas. Per noi italiani immigrati qui, l’idea che spesso sentiamo girare intorno a Barcelona è di una città festaiola, con spiagge immense, ragazzi sugli skateboard e uno stile di vita libertino e senza pensieri. Tutto vero ovviamente, ma bisogna rendersi conto che Barcellona è, anche, molto di più. La vibrante aria culturale che si respira tra le calles e i barrios della città è una delle attrazioni principali di Barcellona, che negli ultimi anni è diventata il fulcro della cultura mondiale.

 

A conferma di ciò vi voglio presentare l’opera teatrale AÜC el so de les esquerdes, un misto tra performance musicale, messa in scena teatrale e grido di denuncia femminista, andata in scena sabato al Teatro Llure di Barcellona. Lo spettacolo, completamente in catalano, nasce come denuncia contro la violenza sessuale ai danni delle donne e come logica di affermazione e grido femminista.

 

La riuscita di quella che è stata una serata decisamente unica nel suo genere è da attribuire all’immenso talento delle interpreti Júlia Barceló, Olga Lladó, Ariadna Peya, Clara Peya e Maria Salarich, meglio conosciute come Les Impuxibles. Le cinque ragazze hanno lasciato letteralmente a bocca aperta l’intera platea, di circa una quarantina di persone, mettendo insieme un’opera che è, sia performativa, che istruttiva.

Lo spettacolo, provocatorio, incisivo, a tratti brutale e soprattutto esplicito, si è avvalso della musica di Clara Peya, compositrice e performer nella rappresentazione. La sua musica originale ha dato corpo e sostanza sia alle coreografie, a tratti psichedeliche, che alla performance delle compagne.

 

Insomma lettori italiani, per chi volesse assistere ad un’opera decisamente diversa dalle solite e che non ti lascia indifferente, consiglio di seguire i passi delle Les Impuxibles, guidati da una Clara Peya eccezionale. A dimostrazione che si può affrontare un tema forte e sentito, come quello sulla violenza sulle donne, mettendo in scena uno spettacolo che ti fa riflettere e alzare dalle poltrone con una visione diversa del mondo.

 

 

di Camilla Marotta

 

 

 

 

 

 

 

 

Please reload

Banner promozionale

LA TUA PUBBLICITÁ QUI