Copyright © Italiani a Barcellona -  2011-2020

Tutti i diritti riservati

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Icona sociale
  • YouTube Social  Icon
  • Blogger Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Flickr Social Icon

Barcellona, la città della vergogna. 46 senzatetto morti nel 2018

Sono dati che fanno letteralmente rabbrividire quelli riportati da alcune delle testate giornalistiche più importanti della Catalogna e della Spagna. Le fonti raccolte da La Vanguardia, El Pais e El Periodico, parlano di 46 senzatetto deceduti nel solo anno 2018 e attraverso dei censimenti particolari, si è arrivati a calcolare che 3500 persone, ogni notte, dormono per le strade di Barcellona. A questi 3500 bisogna purtroppo aggiungere tutte le persone che durante il giorno fanno elemosina per le vie del centro, seduti davanti alle vetrine dei negozi o appena fuori dai supermercati nella maggior parte dei casi, ma che altre volte si dedicano a furti e attività illecite.

 

La maggior parte dei senzatetto ha un‘età compresa tra i 50 e i 60 anni, ma non mancano i giovani e giovanissimi. E la mancanza di una casa spesso non è l‘unico problema. Secondo investigazioni di alcune delle entità e associazioni che si occupano di esclusione sociale, alcuni dei senzatetto presentano complicazioni di salute anche gravi come epatite, tubercolosi, infezioni virali, cutanee, dipendenze da alcol e droghe e fratture multiple a causa di cadute o aggressioni che ne riducono l‘aspettativa di vita tra i 10 e 15 anni.

 

I problemi principali sono ovviamente la povertà e l‘esclusione sociale, ma di chi sono le maggiori responsabilità di questa situazione? E quali possono essere le soluzioni valide? Dare la colpa all‘attuale amministrazione sarebbe fin troppo scontato, ma come nel caso della criminalità, è necessario dire che Barcellona da sempre soffre di questo tipo di fenomeni sociali e che, in realtà, questi dati sono di poco maggiori a quelli delle precedenti amministrazioni. Da constatare comunque un aumento costante e significativo dei senzatetto dal 2008 ad oggi.


La bomba che ha fatto scoppiare il caso e l‘attenzione mediatica sul numero crescente e la condizione dei senzatetto a Barcellona, è stata ovviamente la triste notizia dell‘uccisione della cagnolina di un indigente proprio prima di Natale e a cui abbiamo dedicato un articolo anche qui su IAB - Italiani a Barcellona.


Quello che invece si può rimproverare alle amministrazioni passate e attuali di Barcellona, è la mancanza di una politica decisa, coerente e duratura nel tempo per limitare o almeno ridurre il fenomeno. Ricordiamo che il comune dispone di residenze per accogliere i senzatetto, ma per vari motivi, nessuno di loro vuole andarci. E cosí la situazione va avanti, tra le proteste continue di chi deve salvaguardare le proprie attività commerciali e le associazioni di abitanti che si lamentano del degrado, sporcizia, aggressioni, delinquenza ecc.


Non di minore importanza la speculazione politica sull‘argomento in vista delle prossime elezioni comunali, tra qualche mese. La stessa politica che negli ultimi anni ha alternato forze contrarie ed estreme, attuando a seconda del colore del partito, con la assoluta non tolleranza e poi, da un giorno all‘altro, con troppa permissività. Come quasi sempre succede, gli estremismi non portano mai soluzioni vere e i problemi aumentano fino ad esplodere.

E neanche gli sforzi recenti della alcaldesa Colau per facilitare acceso a la vivienda (accesso alla casa), sembrano purtroppo risolvere questo tipo di problema.

 

Il caso dei senzatetto è un problema che deve essere affrontato con urgenza e in maniera efficace e duratura, sia per prevenire questi numeri della vergogna, sia per la dignità dei senzatetto, dei cittadini e di una città intera.

 


Ricordiamo infine a tutti i lettori di IAB - Italiani a Barcellona che esistono associazioni, molto attive sopratutto in Inverno, di aiuto e soccorso in tutta Barcellona. Qui sotto il link all‘elenco delle associazioni di volontariato:

http://www.bcn.cat/barcelonainclusiva/es/xarxa2.html​

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Please reload

Banner promozionale

LA TUA PUBBLICITÁ QUI