Un film catalano rappresenterà la Spagna ai premi Oscar 2018

Un film catalano rappresenterà la Spagna nella corsa al premio Oscar 2018 per il miglior film in lingua non inglese. Si tratta di Estiu 1993 o in castigliano se preferite Verano 1993, un film diretto dalla giovane regista Carla Simón, formatasi proprio all‘università autonoma di Barcellona e catalana di nascita (Barcellona, 1986).

Dopo aver incantato al festival di Berlino e al festival di Malaga, l‘accademia del cinema spagnolo, ha deciso di puntare sull‘opera prima della Simón per tornare a vincere la statuetta dopo molti anni di astinenza - l‘ultima vittoria di un film spagnolo risale infatti al 2004 quando Alejandro Amenabar trionfò con Mare Dentro.

Verano 1993 è un film autobiografico che racconta la vera infanzia della regista, rimasta orfana in seguito alla perdita dei genitori a causa dell‘Aids. Una storia dalle emozioni forti in cui viene dato ampio spazio di riflessione sugli affetti più cari e sul tema della mancanza, ma senza mai cadere nella banalità e senza toni puramente drammatici poiché il punto di vista principale del film è proprio quello della bambina protagonista, con la propria innocenza e la sua voglia di vivere.

Il film che inizialmente era stato realizzato in lingua catalana, verrà doppiato in castigliano proprio per poter rappresentare la Spagna ai prossimi Oscar. Un segnale importante di unità che viene attraverso la cultura, in un momento storico e politico in cui Spagna e Catalogna sembravano davvero pronte a dividersi irreversibilmente.


Verano 1993 - Summer 1993 candidato Spagna Oscar 2018


Banner promozionale

LA TUA PUBBLICITÁ QUI

IAB Italiani a Barcellona.jpg
radio bcn l‘italiana barcellona.png