Copyright © Italiani a Barcellona -  2011-2020

Tutti i diritti riservati

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Icona sociale
  • YouTube Social  Icon
  • Blogger Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Flickr Social Icon

Trovare lavoro a Barcellona

Trovare lavoro a Barcellona di questi tempi è un‘ avventura già di per se complicata, ma per gli audaci che tutti i giorni scrivono sul nostro gruppo facebook con l‘intenzione di trasferirsi nella capitale catalana, abbiamo deciso di scrivere questo post con alcuni dei suggerimenti più importanti da prendere in considerazione prima di fare le valigie.

Anzitutto è bene precisare fin da subito che la comunità italiana a Barcellona è molto numerosa e coloro che sono già residenti con documenti, conoscendo la città e la lingua, sono avvantaggiati rispetto ai nuovi arrivi, nel momento in cui si apre qualche posizione lavorativa per italiani.

Detto questo, si avrà bisogno di un buon curriculum, ovviamente in spagnolo (in inglese o catalano può anche andare bene per alcune aziende autoctone o straniere) ed è consigliabile la ricerca sul posto di persona mentre su internet a distanza è molto difficile.

Bar, ristoranti, negozi di abbigliamento e hotel sono ovviamente gli esercizi con più possibilità di trovare lavoro ma bisogna fare il conto con una concorrenza agguerrita e non solo italiana, ma è anche vero che se si arriva con qualche risparmio che possa permettere il sostentamento almeno per qualche tempo per la casa e la sopravvivenza, il ricambio stagionale porta in pochi mesi nuove opportunità. Tutto sta quindi ad avere pazienza e un cuscinetto economico sotto il cosiddetto posteriore.

 

Per lavorare è necessario avere la Seguridad Social e il NIE (Numero Identificación Extranjero), documenti a cui riserviamo dei post specifici per la complessità dell‘argomento e per la difficoltà nel riuscire ad averli. È bene quindi sapere prima di partire a cosa si va incontro per non farsi trovare poi impreparati e dover tornare indietro con la coda tra le gambe.

Il NIE in particolare è uno degli scogli più grossi da superare in questa avventura e nonostante esistano diverse opinioni e discussioni a riguardo anche sui social e sul nostro gruppo facebook, che può comunque essere d‘aiuto per consigli ecc., la verità è che una soluzione per reperire facilmente questo pezzo di carta, non esiste.  


Se comunque si ha un buon curriculum e qualche capacità specifica, una ottima idea è quella di iscriversi alla sessione informativa e ai successivi incontri per la ricerca del lavoro con Barcelona Activa, un servizio totalmente gratuito messo a disposizione del comune di Barcellona a tutti i cittadini. Inoltre se si ha una idea di start up o di qualsiasi tipo di business da mettere in piedi, questo è il posto giusto per farsi consigliare e valutare attentamente le possibilità di riuscita o meno del proprio negozio.

 

Sono anche molti i professionisti italiani di qualsiasi settore in città, dagli avvocati agli architetti, dagli esperti del digitale agli artisti. Ogni settore professionale a Barcellona è al giorno d‘oggi più o meno saturo ed è bene dire per onore del vero che gli stipendi molto spesso, possono essere appena sufficienti per il costo della vita in costante crescita in città, ma inferiori rispetto ad altre città europee.

 

Barcellona oggi non è più la città della speranza e dell‘oro come lo è stata a cavallo degli anni Duemila, ma è diventato un luogo che ha raggiunto il suo equilibrio e forse lo ha anche superato, portando notevoli svantaggi per i residenti a causa del folle turismo e difficoltà per chi continua con insistenza a voler trasferirsi qui.

 

 

 

 

Please reload

Banner promozionale

LA TUA PUBBLICITÁ QUI