Barcellona, la città della movida

Barcellona si è affermata negli ultimi anni per essere la vera città della movida spagnola, più di Madrid e di altre città come Siviglia, Valencia o Granada dove comunque, quanto a feste non si scherza mica.


Ma partiamo intanto con la vera definizione di “Movida“ con cui veniva definito Il particolare clima di vitalità sociale, culturale e artistica, caratteristico della Spagna degli anni intorno al 1980, da poco ritornata alla democrazia. Oggi invece con il termine movida si tende più a indicare la vita notturna particolarmente ricca e vivace.


In ogni caso Barcellona sembra non avere rivali su tale argomento. La città Erasmus per antonomasia, offre davvero una gran quantità di bar, locali, club e discoteche che ormai non hanno nulla da invidiare alle grandi metropoli della dolce vita come New York, Londra o Parigi.

Nel centro storico o Ciutat Vella se preferite, troviamo ad esempio la Calle Escudellers, celebre via piena di locali cantata spesso da Manu Chao nelle sue canzoni. Qui troviamo il Marula, Il Macarena e due passi più in là, in Plaza Reial, altri club notturni come il Sidecar, il bar Ocaña e il Jamboree. L‘ambiente in questa zona è soprattutto per studenti, come del resto sulla stessa Rambla dove regna la discoteca Boulevard, ma qui l‘atmosfera è un pò più alla moda. Sempre nella stessa area, per gli amanti della musica elettronica, c‘è il Moog, un locale indiscutibilmente più alternativo.


Nella stagione estiva, i turisti ma non solo, si riversano sul litorale, tra la Barceloneta e la Vila Olimpica, dopo una buona paella in qualche chiringuito, è assolutamente d‘obbligo andare a bere un mojito in qualche discoteca molto alla moda come Il Pacha o l‘Opium che sono le più famose, ma in questa zona l‘offerta di locali è tanta, forse per tutti i gusti ma non per tutte le tasche e da tenere in conto sono anche il dress code per entrare e il tipico atteggiamento estremamente modaiolo che a non tutti può piacere.


La zona dell‘Eixample offre varie alternative come ad esempio la discoteca Ottozutz, soprattutto per giovani studenti, mentre nel quartiere di Gracia e nel Raval, dove non mancano certo i locali, la tendenza è però più quella di starsene tranquillamente seduti in piazza, magari con una chitarra e una birra comprata dal pakistano di turno.

I club più rinomati di Barcellona comunque fanno storia a parte: il Razzmatazz nel quartiere di Poble Nou, che offre tutte le settimane concerti, feste per studenti e feste a tema, si articola su più piani e differenti tipi di musica, caratteristiche che ne fanno la discoteca più famosa dell città. Sullo stesso livello c‘è anche l‘Apollo, situato nella zona di Parallel, che offre due sale con differenti stili di musica e attuazioni dei migliori Dj in circolazione.


Comunque vada una cosa è certa: Barcellona è una città che non dorme mai e tirare avanti di festa fino all‘alba in qualsiasi giorno della settimana, tra un ballo e un drink, è veramente un gioco da ragazzi.



movida festa vita notturna barcellona


Banner promozionale

LA TUA PUBBLICITÁ QUI

IAB Italiani a Barcellona.jpg
radio bcn l‘italiana barcellona.png